Le diete piu` famose Quale dieta scegliere


Tutti sappiamo, che non esiste un unico metodo universale per dimagrire. Ogni organismo reagisce in maniera diversa, ognuno di noi conduce uno stile di vita diverso, inoltre i nostri gusti culinari si distinguono in maniera netta a seconda della persona. Per questo i dietisti sono sempre al lavoro per realizzare la prossima dieta, che in un certo tempo e in un certo modo deve aiutarci a liberarci dei chilogrammi in eccesso. Nell`articolo sottostante abbiamo realizzato le diete piu` famose degli ultimi anni , le loro curiosita`, vantaggi, svantaggi ed efficacia. Possiamo qui trovare anche diete a lunga durata, cosi` come il menu` destinato per decine di giorni, insieme alle nostre valutazioni e attenzioni aggiuntive.

Diete veloci

 

 

 

Dieta di Dukan

 

Dieta proteica Pierre Ducan,e` la dieta piu` famosa e la piu` discussa degli ultimi anni. La sua fama ha due aspetti: da una parte sono visibili gli effetti in rapporto ad un breve periodo di tempo, dall`altra parte – incerta la sua influenza sull`organismo e sullo stato di salute durante e al termine del trattamento. La dieta e` composta da quattro fasi, durante i quali e` possibile consumare solo i prodotti indicati in precedenza. Cambiare l`ordine delle fasi oppure aggiungere al menu` elementi non previsti provoca il fallimento della dieta, la quale se si vogliono raggiungere gli effetti desiderati e` necessario ricominciarla dall`inizio.

Qui sotto mostriamo 4 fasi della dieta insieme alle caratteristiche di ognuna di essa.

1. Fase di attacco
Prima fase, chiamata proteica, dura 10 giorni – la sua durata dipende da quanti chili vogliamo perdere all`inizio della dieta. Durante questa fase gli effetti sono subito molto visibili , cosa che dovrebbe motivare a continuare il lavoro.

Il menu` della prima fase si basa soprattutto su carne magra e prodotti lattiero – caseari. Esempi di prodotti permessi:
- carne magra (manzo, vitello, carne e pollame tranne oca e anatra)
- salumi magri ( prosciutto con contenuto di grasso al 4 %)
- latticini magri (yogurt naturali, ricotta senza grassi, formaggi omogeneizzati, yogurt alla frutta, massimo due volte al giorno)
- pesce ( fra gli altri tonno, salmone, pesce persico, trota, sardine, conserve di pesce in salsa)
-frutti di mare ( fra gli altri gamberetti, aragoste, ostriche, granchi )
-uova
- bevande (minimo 1,5 l al giorno acqua, te`, caffe`, succhi)
- in aggiunta ( spezie, aceto, cipolla, prezzemolo, aglio, erbe, latte magro, dolcificante)

2. Fase alterna
Questa fase consiste nell`alternare il menu` della prima fase (proteica) e il menu` di questa fase variegata con le verdure ( proteico – vegetale) . Ognuno di questi menu` lo usiamo per cinque giorni.
La seconda fase dura dal momento in cui otteniamo il peso che ci eravano predefiniti e quindi puo` durare qualche mese. Negli ingredienti del menu` proteico-vegetale aggiungiamo al menu` della prima fase in sequenza : pomodori, cetrioli, insalata, asparagi, e anche spinaci, cavoli, carote, peperoni, ravanelli, barbabietole e sedano. Possiamo anche consumare funghi.

3. Fase di mantenimento
Questa e` una fase particolarmente importante della dieta - permette di mantenere il peso ottenuto, a rafforzare le abitudini alimentari ed evitare l`effetto yo-yo. La sua durata dipende dal numero di chili persi ,prendendo 10 giorni per ogni chilogrammo. L`attuale menu` possiamo diversificarlo con: pane integrale (fino a due fette al giorno), patate/pasta/riso (uno fra questi prodotti fino a due volte a settimana), formaggi (alcune fette al giorno) e frutta ( non banane, ciliegie e uva, cioe` frutta con alto contenuto di zucchero).

4. Fase di stabilita`
Questa fase puo` rivelarsi il nostro modo per perdere peso, anche per tutta la vita. In questa fase mangiamo solo determinati prodotti scelti ( ad eccezione dei dolci e zuccheri aggiunti alle bevande) , assicurandoci di utilizzare una volta alla settimana il menu` della fase di attacco. Nei giorni rimanenti e` necessario ricordare di aggiungere alla colazione prodotti lattiero – caseari (ricotta, yogurt, uova). Dato che conosciamo le regole d`uso della dieta, possiamo passare ai suoi punti di forza e punti deboli.

Vantaggi della dieta di Dukan:
- rapida perdita dei chilogrammi,
- durante le prime settimane il menu` sembra vario,
- effetti a lungo termine.

Svantaggi della dieta Dukan:
- non fornisce al corpo tutti gli ingredienti necessari,
- puo` causare cambiamenti ormonali nelle donne,
- la mancanza di fibra puo` causare stitichezza,
- in alcuni soggetti puo` provocare problemi ai reni e al fegato.

La Dieta di Dukan ha tanti sostenitori, quanti oppositori. Mentre molte persone si lamentavano e si lamentano di vari disturbi durante il suo svolgimento, ad oggi non sono state condotte analisi conclusive. In questo momento inoltre non e` possibile? Non e` possibile prevedere quale influenza puo` avere sull`organismo dopo qualche anno o dopo qualche decina di anni. Tuttavia, i suoi fan stanno aumentando e ottenere effetti nella perdita di peso sembra abbia piu` importanza di eventuali problemi di salute.

 

 

 

 

 

 

Dieta di Atkins

 

Dieta di Atkins

 

 

La regola di base di questa dieta e` il detto – mangia grasso, e perdi grasso. Si basa sulla fornitura all`organismo alte quantita` di grassi e proteine tramite la riduzione dei carboidrati al minimo. Le regole di questa dieta devono dare come risultato, la convinzione che non si ingrassa a causa del grasso , ma a causa degli zuccheri, e limitare i carboidrati deve portare il nostro organismo a bruciare il grasso. La dieta influisce nel metodo di funzionamento del nostro metabolismo e nell`acidificazione del sangue, che come risultato porta ad una minore sensazione di fame.


In maniera simile alla dieta di Dunkan , la dieta di Atkins si compone di 4 fasi:

1. Fase di preparamento.
E` la fase piu` restrittiva di tutta la dieta. Il suo obiettivo e` programmare l`organismo, in modo che bruci il grasso, e non i carboidrati. In relazione a questo si limita il consumo di carboidrati a massimo 20 grammi al giorno. Si raccomanda di consumare 3 grandi, oppure 4-5 piccoli pasti al giorno. Durante questa fase il calo di chilogrammi si verifica velocemente. Questa fase dura due settimane.

Alimenti permessi:
- prodotti ricchi proteine : carne ( tutti i tipi), frutti di mare, uova,
- prodotti ricchi di grasso: burro, olio, olio di oliva, maionese,
- verdure a basso contenuto di carboidrati (soprattutto a foglie verdi),
- aggiunte (al giorno): succo di limone, olive, panna montata oppure panna per caffe` senza zucchero.

Prodotti vietati:
- zucchero,
- pane,
- maccaroni,
- frutta,
- verdure ricche di amido,
- caffeina.

2. Fase di ulteriore perdita di peso.
Durante questa fase si verifica una graduale aggiunta di carboidrati al menu` giornaliero - 5 grammi alla settimana. La fase dura fino al momento, in cui per il nostro peso previsto ci mancano 2-5 chilogrammi. Per assicuraci il massimo effetto , e` necessario controllare regolarmento il peso – se nuovi prodotti oppure una loro maggiore quantita` provocano una acquisizione di peso oppure aumentano il nostro appetito, e` necessario rinunciarvi.

Prodotti permessi in questa fase restano gli stessi , e ad essi possiamo aggiungere gradualmente: - frutta,
- formaggi bianchi,
- verdure contenenti amido,
- legumi.

3. Fase per il mantenimento del peso.
Questa fase non si distingue tanto da quella precedente – continuamo a mangiare i prodotti usati nelle altre fasi e continuamo ad aggiungere al nostro menu` sempre piu` carboidrati (circa 10gr alla settimana).

4. Fase di mantenimento del peso.
L`obiettivo di questa fase e` il mantenimento del peso per gli anni successivi. Ognuno deve regolare l`assunzione dei carboidrati esattamente al proprio organismo (dovrebbe essere questa quantita` fra 25 e 90 gr al giorno) , in modo che non provochino ingrassamento. Per sicurezza bisogna controllare una volta alla settimana il proprio peso – una dieta ben bilanciata mostra, che non ingrassiamo,piu` di 2 chilogrammi. Inoltre e` importante allenarsi regolarmente e bere almeno 2 litri di acqua al giorno.

Vantaggi della dieta di Atkins:
- veloce, effetti visibili
- non richiede il conteggio delle calorie ed il controllo dell`indice glicemico dei prodotti.


Svantaggi della dieta Atkins:
- una quantita` alta di grassi e proteine puo` aggiungersi ai problemi di colesterolo, puo` portare all`aterosclerosi, e a lungo termine – addirittura ad ictus e a seri problemi cardiaci,
- puo` portare alla comparsa dell`effetto yo-yo.

In maniera simile alla dieta di Dukan , anche la dieta di Atkin ha opinioni controverse. Si sottolineano i suoi possibili effetti negativi sulla salute, ed il fatto che non fornisce all`organismo la giusta quantita` di carboidrati. Questa dieta inoltre non e` per tutti, per quanto riguarda i gusti alimentari – non a tutti piace e non tutti vogliono consumare quantita` cosi` alte di carne. La cosa piu` importante prima di iniziarla e` consultarsi con un medico, che ci dira`, se questo trattamento e` per noi giusto e non danneggia la nostra salute.

 

 

 

 

Dieta South Beach

 

La Dieta South Beach, chiamata anche dieta delle spiagge meridionali, in verita` e` una ricetta per l`alimentazione per tutta la vita e metodo per cambiare le abitudini alimentari esistenti. E` pubblicizzata come la dieta delle star di hollywood , che gli permette di conservare una silhouette ideale per molti anni. Il suo obiettivo e` evitare i carboidrati altamente trasformati, che sono velocemente digeriti dall`organismo ( per questo la sensazione di fame scompare solo temporaneamente) e grassi saturi, che si trovano fra gli altri nel burro. Si raccomanda quindi di mangiare prima di tutto proteine, carboidrati complessi e grassi insaturi.

La dieta si compone di 3 fasi:

Fase I
La piu` breve – dura esattamente due settimane – ed e` la piu` restrittiva di tutte le fasi. Durante il suo svolgimento dobbiamo rinunciare a tutti i prodotti con importante contenuto di carboidrati , grassi saturi, caffeina, zucchero, amido e frutta. L`eliminazione totale degli zuccheri deve tendere a stabilizzare la concentrazione di glucosio nel sangue ed eliminare i morsi della fame. In merito alla sua rigosita`, durante questa fase possiamo perdere fino a 6 chilogrammi.
Si raccomanda cinque pasti: tre sostanziosi e 2 spuntini (1-2 ore dopo i pasti principali). Inoltre e` possibile mangiare dolci ad alto contenuto di proteine a basso contenuto di zuccheri.

Prodotti permessi in questa fase:
- carne (manzo, arrosto di manzo, agnello – coscia e lombo, carne di maiale, prosciutto cotto e crudo, vitello-lombo, mandrino, pollame – petto di pollo e tacchino),
- salumi (solo con pochi grassi – prosciutto cotto o affumicato),
- frutti di mare,,
- pesce,
- formaggi (senza grassi e light),
- uova,
- latte magro, yogurt light,
- verdure (fresche, surgelate o in barattolo),
- olio (massimo due cucchiaini al giorno),
- spezie senza zuccheri,
- legumi,
- aggiunte (rafano, brodo, fruttosio oppure saccarina al posto della zucchero, succo di limone),
- bevande (te` e caffe` (in piccole quantita`) succhi di verdure, succo di pomodoro, bibite gassate senza zucchero).

Fase II
Meno restrittiva della prima, ma porta con se` effetti che si verificano molto piu` lentamente. Dura dal momento, in cui otteniamo il peso desiderato. Questa fase consiste nel graduale inserimento nel menu`di prodotti contenenti amido (pane integrale, pasta integrale, riso integrale) e frutta. Per conservare gli effetti attuali e non superare le dosi che causano assunzione di peso, ci si dovrebbe attenersi inanzitutto al sistema di aumento determinato nell`attuale menu`.

Prima settimana: ogni giorno mangiamo un frutto e uno dei prodotti sotto indicati contenenti amido:.

Seconda settimana:
- giorno 8 – 1 frutto e due prodotti con amido,
- giorno 9 – 2 frutti e 2 prodotti con amido,
- giorno 10-11 – 2 frutti e 3 prodotti con amido,
- giorno 12-13 – 3 frutti e 3 prodotti con amido.

Prodotti con amido permessi: pane integrale, cereali per la colazione integrali, cereali d`avena, grano saraceno, pasta integrale, riso integrale o selvatico, couscous integrale.

Frutta permessa: uva spina, banane, mirtillo americano, mirtilli, ciliegie, amarene, fragole, pesche, pompelmi, albicocche, kwi, mango, melone, melograno, prugne, lamponi, mele, arance.

Oltre a questo: cioccolato fondente oppure cioccolato o da dessert, vino bianco o rosso.

Fase III
Questa e` una fase, che in realta` non e` piu` una dieta e per la quale non ci sono particolari ricette. In questa fase, tutto dipende da noi e dalle abitudini alimentari, che abbiamo imparato durante le 2 fasi precedenti, rimangono con noi per molti anni, e se saremo in grado di usare la nostra motivazione per conservare il peso ottenuto e la silhouette. Si raccomanda di controllare i prodotti consumati, evitando quelli, che aumentano il nostro appetito, e la gestione di questi in base alla posizione del loro indice glicemico (dovremmo scegliere prodotti, che non superino 60 punti nella scala glicemica).

Vantaggi della Dieta South Beach:
- effetti visibili gia` dopo poco tempo di trattamento,
- menu` relativamente diversificato (tranne la fase restrittiva).

Svantaggi della dieta:
- durante le prime due fasi non fornisce abbastanza carboidrati,
- puo` provocare carenza di calcio nell`organismo,
- dopo due fasi e` facile tornare alle vecchie abitudini alimentari, perche` la dieta non fornisce indicazioni specifiche in materia di nutrizione.

La Dieta South Beach non e` indicata per tutti - le persone che soffrono di ipoglicemia non possono praticarla, i diabetici prima di praticarla devono assolutamente consultarsi con un medico, e le persone con colesterolo alto possono nutrirsi con questi alimenti, solo se seguono molto restrittivamente il menu` (soprattutto limitare in maniera considerevole il consumo di uova). Non e` una buona soluzione anche per quelli, la cui motivazione per dimagrire e` un gran problema, dato che la terza fase ha zero limiti, per quanto riguarda l`esclusione dei prodotti con alto indice glicemico. Quindi e` indicata soprattutto per persone determinate, che dopo aver ottenuto i risultati desiderati siano in grado di controllarsi e fare di tutto, per mantenere stabile il peso ottenuto.

 

 

 

 

Dieta di Copenaghen

 

E` una dieta molto rigorosa, in particolare, il piano di nutrizione di 13 giorni realizzato in precedenza. Affinche` sia efficace, dobbiamo attenerci ad essa con forza e non possiamo permetterci nessuna deroga. Il menu` si compone di tre pasti e si basa soprattutto su carne magra, verdure, uova e caffe`. Per speziare le pietanze non possiamo usare sale, ma possiamo usare erbe fresche e secche. Inoltre particolarmente importanza ha bere almeno 2 litri di acqua al giorno e non scordarsi del caffe` del mattino, unica fonte di energia per la prima parte della giornata.

Uno dei possibili menu` per tutta la dieta:

Giorno 1 e 8
colazione: una tazzina di caffe` con un cucchiaino di caffe`
lunch: 2 uova sode , una tazza di spinaci cotti, un pomodoro
pranzo: bistecca di manzo (circa 200g), qualche foglia di insalata con olio e limone

Giorno 2 e 9
colazione: una tazzina di caffe` con un cucchiaino di caffe`
lunch: bistecca di manzo (200g), qualche foglia di insalata con olio e limone, frutta fresca

Giorno 3 e 10
colazione: una tazzina di caffe` con un cucchiaino di zucchero
lunch: una tazza di spinaci cotti, un pomodoro, frutta fresca
pranzo: una grande fetta di prosciutto magro, qualche foglia di insalata con olio e limone, 2 uova sode

Giorno 4 e 11
colazione: una tazzina di caffe` con un cucchiaino di zucchero
lunch: circa 100g di ricotta magra, una carota grattuggiata, 2 uova sode
pranzo: macedonia, 2-3 tazze di yogurt naturale

Giorno 5 e 12
colazione: una grande carota grattuggiata con aggiunta di limone
lunch: una grande porzione di pesce magro bollito o fritto
pranzo: bistecca di manzo (circa 200g), un po` di fiori di broccoli cotti e qualche foglia di insalata

Giorno 6 e 13
colazione: una tazzina di caffe` con un cucchiaino di zucchero, pane tostato
lunch: un piccolo pollo (circa 700g), qualche foglia di insalata con olio e limone
pranzo: 2 uova sode, una grande carota grattuggiata

Giorno 7
colazione: una tazza di te` senza zucchero
lunch: un pezzo di carne magra alla griglia
pranzo: niente

Vantaggi:
- un alta perdita di peso (fino a una dozzina di chilogrammi) in pochissimo tempo.

Svantaggi:
- menu` molto povero e restrittivo, non fornisce molte sostanze indispensabili all`organismo,
- inevitabile effetto yo-yo,
- non e` indicata per le persone, che conducono uno stile di vita molto attivo (non fornisce la giusta quantita` di energia)

La Dieta di Copenaghen e` un trattamento molto rigoroso, il cui utilizzo ha senso solo quando, ci interessa perdere peso solo temporanemente – in relazione al menu` molto limitato, l`effetto yo-yo e` inevitabile. Inoltre la dieta non dovrebbe essere praticata da nessuno, che ha un organismo debole – sia se temporanemente, che se per malattie croniche o per un periodo di stress. Chiunque, decidesse di intraprendere questa dieta, deve consultarsi prima con il proprio medico, il suo trattamento in alcuni organismi puo` avere effetti molto forti. La dieta non deve essere usata per piu` di 13 giorni, perche` puo` portare a stanchezza a causa di assenza di energie e di sostanze nutrizionali fondamentali.

 

 

 

 

RIASSUNTO

Queste sono solo alcune fra le diete piu` famose, quelle piu` praticate negli ultimi anni da coloro, a cui interessa una visibile perdita di peso. In verita` il menu` ed il metodo di nutrizione destinato a che vuole dimagrire e` infinito e chiunque puo` trovare quello che fa al caso suo. Bisogna infine ricordare, che il periodo della dieta, e soprattutto quel momento, in cui otteniamo il peso desiderato, che questa non e` a fine dei miglioramenti che dobbiamo apportare al nostro corpo. Per conservare gli effetti ottenuti, bisogna cambiare il nostro stile di vita - iniziando a nutrirci in maniera sana, apportando ai nostri piani giornalieri l`attivita` fisica. In questo modo per tanti anni potremo goderci non solo il bel aspetto, ma anche una meravigliosa salute.